Prepararsi alla visita

Premessa
Il quartiere Marina, uno dei quattro storici della città di Cagliari, vale una visita. Poco distante da Castello, secondo alcune testimonianze, venne fondato dai pisani nel XIII secolo e, un tempo, era il luogo in cui vivevano gli uomini che lavoravano nel vicino porto. Chiamato Lapola o la Pola che, sembra significasse un’area specifica del porto, il quartiere nel passato fu circondato da mura che poi, dalla seconda metà del XIX secolo, vennero demolite. Oggi il quartiere è tra i più trafficati e vivi della città ed è molto amato dai cagliaritani e dai turisti.
Come raggiungere Cagliari
Aereo: aeroporto Elmas – www.sogaer.it
Compagnie marittime: grandi navi veloci, grimaldi group, moby lines, tirrenia
In treno: ferrovie dello stato, ferrovie della Sardegna
Trasporti pubblici: Ctm, Arst, Nicolgroup
Da non perdere
- Chiesa di San Sepolcro
- Via Roma
- Auditorium Comunale
- Chiesa di Sant’Agostino
- Chiesa di Sant’Eulaia
Monumenti di interesse
- Chiesa di San Sepolcro: a pochi passi dalla Chiesa di Sant’Antonio c’è la chiesa monumentale di San Sepolcro.
Secondo alcune notizie l’edificio sarebbe da ricondursi ai Cavalieri Templari che l’avrebbero costruito come cappella del loro monastero.
- Via Roma: E’ una delle principali arterie cittadine. Si snoda nell’area prospicente il porto e rappresenta una delle zone tra le più frequentate dai cagliaritani e dai turisti.
- Auditorium comunale: Costruito nella ex chiesa di Santa
Teresa l’Auditorium Comunale si trova in piazzetta Dettori nel quartiere Marina. La chiesa è stata edificata nel XVII secolo e terminata nel 1691, come si legge nella lapide sulla facciata. A partire dai primi anni del dopoguerra l’edificio iniziò ad ospitare concerti ed eventi culturali, fino a quando venne definitivamente adattato ad auditorium negli ultimi anni del 1980. La chiesa si raggiunge facilmente dal porto o da via Manno percorrendo una scalinata che porta in piazzetta Dettori.

- Chiesa di Sant’Agostino: Nella zona di Marina si trova anche la chiesa di Sant’Agostino. Quella antica, in stile gotico, venne edificata nel XV secolo fuori dalle mura del quartiere, proprio nel luogo in cui si pensava fosse stato sepolto il corpo del Santo. Per raggiungerla basta imboccare il Largo Carlo Felice e arrivare fino a via Baylle, dove si può ammirare la facciata.

- Chiesa di Sant’Eulaia: Un altro monumento da non perdere a Marina è la Chiesa di Sant’Eulaia, edificata nel XV secolo, in stile aragonese. Danneggiata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, fu restaurata nel 1947. Secondo alcuni documenti, custoditi presso la Curia Arcivescovile, sembra che l’edificio esistesse già negli ultimi anni del 1570. Si può raggiungere da via Roma, percorrendo via Barcellona fino alla via Sant’Eulaia, dove, oltre alla chiesa si trova anche l’area archeologica. Oggi, dopo i numerosi lavori di restauro, la chiesa ha perso d’importanza dal punto di vista architettonico. Il sito è interessante soprattutto per le indagini che gli archeologi stanno conducendo relativamente al sottosuolo che ha portato al rinvenimento di stratificazioni che illustrano in modo dettagliato la storia del quartiere a partire dall’età romana fino al Medioevo.

Dove mangiare e dormire

RISTORANTE LUIGI POMATA

Viale Regina Margherita, 14 Cagliari.
www.luigipomata.com, piatti di cucina tipica locale, specialità di pesce.

B&B ANTICA RESIDENZA MARINA DI CASTELLO

Via Roma 75A Tel. 070 2890477